080 9909178 info@senergie.it

Contrariamente a quanto affermato nel documento programmatico, nel disegno di legge all’esame della Camera non c’è l’ammortamento maggiorato per i beni strumentali usato spesso per il fotovoltaico. Lo sostituisce in parte la “mini Ires” al 15%.

Nel testo del ddl Bilancio approdato in Parlamento c’è sì l’estensione del iperammortamento per gli investimenti di “Industria 4.0”, rimodulato, ma non quella del super ammortamento, l’incentivo ai beni strumentali “normali” che fino ad ora ha avuto un discreto successo anche nel promuovere l’installazione di impianti a rinnovabili, fotovoltaico in primis.

Al superammortamento, dunque, a meno di aggiustamenti in fase di approvazione e conversione della finanziaria, si potrà accedere solo fino a 30 giugno 2019, a condizione che l’ordine dei beni incentivati venga fatto entro il 31 dicembre 2018, pagando un acconto pari ad almeno il 20% del costo.

Nel ddl Bilancio c’è però un altro strumento che potrebbe in parte supplire lo sgravio non prorogato: la cosiddetta “mini Ires” al 15% per gli investimenti aggiuntivi in beni strumentali e formazione.

Per maggiori info,siamo a Vs. disposizione!!

 L’energia e la persistenza conquistano tutte le cose!!